Meteo, arrivano gelo e neve: ecco dove cadranno i primi fiocchi. Allerta ghiaccio sulle strade

Ondata di freddo intenso e neve caratterizzerà i prossimi giorni. L'Italia sta per sperimentare una vera fase invernale sebbene solo alcune regioni vedranno precipitazioni: dal Nord Europa è infatti in arrivo una irruzione di aria gelida di diretta estrazione artica, che dopo aver dilagato sul Centro-Est Europa punterà anche l'Italia. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: «proprio su Alpi orientali e dorsale (specie adriatica) avremo almeno due giornate di ghiaccio con massime sottozero o prossime ad esso e valori fino a -12 gradi a 1500 metri, -8/-10 gradi a 1000 metri. Gelate diffuse anche sulle pianure del Centronord, dove le massime potranno non superare i 6-8 gradi anche nelle aree soleggiate (salvo punte superiori su Liguria e Isole Maggiori): sulle coste adriatiche non si andrà oltre i 3-5 gradi» «Il tracollo termico favorirà rovesci di neve fin sulle coste di Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, inizialmente a quote collinari tra Basilicata e Puglia ma anche qui fino in pianura entro la notte di giovedì 3 gennaio» prosegue Ferrara. La neve raggiungerà anche le pianure del Salento entro la mattina di venerdì 4 gennaio. Sempre entro venerdì 4 gennaio rovesci di neve fino in collina interesseranno la Calabria, segnatamente il comparto nord orientale, con fiocchi non esclusi a tratti in pianura sul crotonese; neve a quote collinari anche sulla Sicilia tirrenica con fiocchi misti a pioggia possibili sulla costa durante i fenomeni più intensi». E' la dorsale appenninica che ospiterà i fenomeni più intensi per quanto riguarda le nevicate. A prevederlo è il centro meteo dell'Aeronautica militare che già per domani annuncia i primi fiocchi. Nevicate che saranno più intense, secondo le previsioni di Meteo.it a partire dalla prossima settimana, anche se le previsioni sul medio termine possono subire radicali cambiamenti. La neve questa settimana toccherà anche il Trentino e parte delle Dolomiti. Ma è dall'11 gennaio, secondo gli esperti, che le nevicate coinvolgerano anche il nord Ovest. Saranno abbondanti, anche sulla dorsale appenninica, con coinvolte quasi tutte le regioni, Lazio compreso, anche a bassa quota. Molto dipenderà dall'intensità dei venti.