Strage in discoteca, duro scontro tra Paolo Crepet e il rapper Briga: «Sfera ha responsabilità»

FUNWEEK.IT - La puntata di Domenica In del 9 dicembre si è aperta con la tragedia di Corinaldo (AN) dove nella nota discoteca Lanterna Azzurra, mentre 1400 persone attendevano l’arrivo di Sfera Ebbasta, è dilagato il panico lasciando esanimi 5 minorenni e la mamma di uno di loro. Tra gli ospiti chiamati a riflettere sul drammatico evento, anche Briga, attaccato dallo psicologo Paolo Crepet per aver difeso il collega trapper.

«Sfera Ebbasta a mezzanotte e 40 cantava ancora a Rimini», il trapper insultato: «Hai lucrato sulla pelle dei ragazzini»

Secondo quanto sostenuto da Crepet, la responsabilità è da dividere tra i gestori del locale che hanno permesso l’ingresso di molte più persone rispetto alla capienza reale della discoteca e lo stesso Sfera Ebbasta, accusato di lanciare messaggi che esaltano l’uso di alcool e droga tra i giovani. Briga ha sbottato: "È vergognoso, dissento", poi ha chiarito: "Non mi sento di additare uno Sfera Ebbasta come colpevole morale per il tipo di testo che lui scrive" Foto@Kikapress
LEGGI ANCHE: -- Il messaggio di Sfera Ebbasta dopo la tragedia, il trapper lo dice senza mezzi termini. Il gesto che ammutolisce tutti