Mes, Conte: «Contro di me accuse gravissime»

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, riferisce sul Mes nell’Aula della Camera dei deputati: "Se queste accuse avessero un fondamento, saremmo di fronte alla massima ferita, al più grave vulnus inferto alla credibilità dell'autorità di governo, con la conseguenza che chi vi parla non potrebbe esitare un attimo a trarne tutte le conseguenze: senza neppure attendere che mi venisse chiesto da chicchessia, sarei costretto a rassegnare all'istante le dimissioni da presidente del Consiglio" / fonte Camera web Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev