Def, Salvini e Di Maio tirano dritto dopo il no di Upb e Bankitalia

Luigi Di Maio e Matteo Salvini confermano con decisione la direzione di marcia del governo gialloverde sulla manovra dopo il no al Def dell’ufficio parlamentare di bilancio. L'Upb ha infatti giudicato troppo ottimistiche le previsioni macroeconomiche relative al 2019 contenute nella nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza. Giudizio negativo anche da Bankitalia ma i due vicepremier non fanno passi indietro: "La manovra non cambia. Non abbiamo intenzione di fare nessun regalo a chi vuole un Italia in ginocchio. Tiriamo orgogliosamente dritto", ha detto Salvini.