FAT BIKE SOTTO LE TRE CIME - La trasmissione Petrolio monitora il wellness al lago di Misurina

BELLUNO - Nella puntata di stasera su Rai 1, la trasmissione "Petrolio" si parlerà di wellness: indaghiamo anche il lato oscuro dello sport. A Pyeongchang la sospensione di decine di atleti russi dai Giochi invernali dimostra quanto il fenomeno del doping sia profondo. La storia della mezzofondista russa Julija Stepanova, che ha avuto il coraggio di denunciare il doping di Stato della Russia, parla in esclusiva a Petrolio dalla località segreta in cui vive negli Stati Uniti. Campioni costruiti in laboratorio con farmaci dopanti, un sistema corrotto che punisce chi decide di non farne parte, la Stepanova racconta la verità in un documento inedito in Italia. Quali sono gli interessi e i numeri che stanno dietro a quello che molti definiscono ‘sistema’? Lo sport pulito ad alto livello è solo utopia? I cattivi maestri dello sport dopato continuano a fare danni: il nostro Paese è al centro di traffici e di continui scandali come quello che ha portato alla recente morte di un ciclista a Lucca. Ma doping e loschi interessi non impediscono la massiccia diffusione del concetto di Wellness: il viaggio di Petrolio va da Cesena a Cagliari, dove un gruppo di donne utilizza lo sport per combattere con più forza il cancro e sul lago di Misurina, sotto le Tre Cime di Lavaredo, scenario dell’impresa out-door di un gruppo di ciclisti che in sella alle fat-bike si cimenta con percorsi ad alta quota, nell’intento di sfidare i limiti del proprio corpo.