Cristiano Ronaldo, i legali dell'accusatrice:
«Stupro causò forte depressione»

Gli avvocati di Kathryn Mayorga, l'accusatrice di Cristiano Ronaldo, hanno incontrato i giornalisti per spiegare i motivi che hanno spinto la 34enne americana a denunciare ora il calciatore della Juventus per un presunto stupro subito nel 2009 a Las Vegas. Secondo Larissa Drohobyczer, legale della donna, quell'aggressione provocò alla sua assistita un disturbo da stress post-traumatico e una forte depressione che, secondo il suo psichiatra, la rese incapace di gestire le trattative per l'accordo economico trovato tra le parti nel 2010: 375mila dollari in cambio del silenzio totale sulla vicenda. Secondo l'avvocato dell'ex modella, Leslie Mark Stovall, il movimento #MeToo ha contribuito in modo decisivo nel consentire alla sua assistita di trovare il coraggio di rendere pubblica la sua storia. (LaPresse)