Andrea Zamperoni, chef italiano di Cipriani, scomparso a New York

Andrea Zamperoni, capo chef italiano di Cipriani Dolci, noto ristorante nella stazione di Grand Central a New York, è scomparso da sabato scorso: lo riportano i media statunitensi, che citano la polizia e i suoi colleghi. Zamperoni, 33 anni, che vive nel Queens, è stato visto per l'ultima volta dai suoi compagni di appartamento sabato notte, ha detto al New York Post il manager del ristorante, Fernando Dallorso. I suoi amici hanno avvertito la polizia lunedì, quando Zamperoni non si è presentato al lavoro. Trentatré anni, Zamperoni vive a Woodside, nel Queens, ed è originario di Casalpusterlengo, in provincia di Lodi. I suoi coinquilini hanno riferito di averlo visto per l'ultima volta sabato sera, al termine del suo turno di lavoro. Lo chef lavorava a New York da poco più di un anno e in precedenza aveva lavorato per la stesso ristorante a Londra. «Ci uniamo all'apprensione della famiglia, nella speranza che il caso venga risolto rapidamente, e ci affidiamo alla competenza delle autorità della polizia di New York perché si arrivi a notizie positive e a una conclusione felice della vicenda». Lo afferma Elia Delmiglio, sindaco di Casalpusterlengo, contattato dall'Adnkronos, sulla scomparsa a New York di Andrea Zamperoni, originario di Casalpusterlengo, in provincia di Lodi, e capo chef del ristorante Cipriani Dolce nell'hotel Grand Central Terminal.