Banche, Di Maio: «Mantenere la promessa di risarcire i truffati»

«Dobbiamo mantenere la promessa di risarcire i truffati delle banche. Siamo in una follia in cui abbiamo stanziato soldi ma manca una carta che eroghi alle persone questi soldi. Io in Cdm ci ho tenuto a dire che non si modifica nulla della normativa senza il dialogo con i truffati. Il governo è amico dei risparmiatori. Se vogliamo raggiungere la soluzione di ripagarli lunedì si fa questo incontro (tra il premier Conte e le associazioni dei truffati, ndr) poi o si firmano i decreti o si erogano i soldi direttamente senza un minimo di contenzioso o arbitrato». Lo sottolinea il vicepremier Luigi Di Maio a margine di Sum, evento in corso a Ivrea in memoria di Gianroberto Casaleggio rimarcando come sulla necessità dei rimborsi «tutti i ministri sono d'accordo. Le regole Ue non ci vietano di risarcire senza arbitrati».