Monastier, in fisioterapia arriva il robot

Arriva in Veneto un metodo innovativo per il recupero immediato del modo corretto di camminare. Utilizzato in vari ambiti: sportivo, ortopedico, post ictus, geriatrico. Riabilitazione anche da seduti come se fosse un gioco. L’innovazione robotica al servizio della riabilitazione si chiama “Hunova”: la moderna tecnologia che accelera i tempi di recupero restituendo l’autonomia nel cammino e migliorando i risultati del trattamento dopo interventi chirurgici ortopedici o traumi sportivi e del trattamento di patologie degenerative articolari dell’anziano o di eventi neurologici come l’ictus.

Hunova è la nuova piattaforma robotica presente da poche settimana nella Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier che attraverso l’uso di avatar video affiancherà il fisioterapista nel trattamento riabilitativo. Un rapporto sempre dibattuto quello tra la tecnologia e i rapporti umani ma che, sotto la guida del medico e del fisioterapista, rafforza l’efficacia del trattamento mantenendo il paziente al centro del percorso riabilitativo individuale.   «Un sistema che trasforma esercizi complessi in una sorta di gioco attraverso il quale il paziente acquisisce e perfeziona nuove abilità recuperando sicurezza e autonomia e stimolando la partecipazione attiva» ci spiega nel video  il Dott. Alessandro Mario Munari, Responsabile del Reparto e del Servizio di Medicina Fisica e Riabilitativa della Casa di Cura “Giovanni XXIII”.