Esce per una corsa sul Nevegal e scompare, appello a chi possiede case

Proseguono ancora le ricerche di Riccardo Tacconi, 58 anni, di Milano, di cui non si hanno più notizie da venerdì mattina, quando è uscito per una corsa dalla propria abitazione di villeggiatura all'Alpe in Fiore sul Nevegal.

Una cinquantina le persone oggi impegnate sul colle bellunese, che si sono concentrate sotto il Visentin, zona Mareschiata e Faverghera, e dal Visentin a Fossa Piccola e Fossa Grande. A seguito di una segnalazione che lo vorrebbe alle 11.45 di venerdì al Rifugio Bristot, domani verrà perlustrato, anche con l'utilizzo dei droni, il versante sud sotto le creste.

Per non tralasciare alcuna possibilità, i soccorritori chiedono cortesemente, se possibile, ai possessori di seconde case, baite e casere in Nevegal, come a Quantin, Losego, Ronce, Tassei, Cirvoi, di controllare loro stessi nei pressi delle proprie abitazioni. Oggi erano presenti il Soccorso alpino di Belluno, Longarone, Feltre, Alpago, Prealpi Trevigiane, Pedemontana del Grappa, Val Comelico, Auronzo, il Sagf di Cortina e Auronzo, i Vigili del fuoco, l'Associazone nazionale carabinieri con unità cinofile.

La moglie di Riccardo Tacconi si appella a chi possiede case o rustici in zona, o a chi abbia telecamere installate, di controllare se vi siano tracce della presenza del marito. Un uomo alto 1,94, in abiti da running.