L'ANNUNCIO DELLA MORTE DEI DUE POLIZIOTTI - Il messaggio ai colleghi, con voce rotta, annuncia che i due poliziotti coinvolti nella sparatoria sono deceduti

TRIESTE - Numerosi colpi di pistola questo pomeriggio nella Questura di Trieste e all'esterno dell'edificio, due poliziotti trentenni sono morti. Quattro i feriti, tre agenti e uno dei due aggressori. I due agenti deceduti, un agente scelto di 31 anni, Matteo Demenego, e l'agente Pierluigi Rotta, di 34 anni, avevano riportato ferite gravissime, la conferma del decesso è arrivata anche dal sindaco di Trieste Roberto Dipiazza che ha già annunciato l'intenzione di proclamare il lutto cittadino per sabato 5 ottobre. Passanti in fuga e panico in strada quando la sparatoria si è portata fuori dal palazzo. Il fatto è accaduto tra la via del Teatro Romano e via di Tor Bandena. La Polizia ha transennato l'area e via del teatro romano è stata chiusa.

Fermati i due fratelli che hanno sparato contro gli agenti
I due fratelli che hanno sparato contro alcuni agenti della Questura di Trieste e ne hanno uccisi due sono stati fermati. È quanto si apprende dalla Questura.

La prima ricostruzione della sparatoria: la nota della questura
Nel pomeriggio personale delle Volanti stava procedendo ad attività di ricerca del responsabile della rapina di uno scooter avvenuta nelle prime ore del mattino. In questo contesto erano stati accompagnati in Questura due persone per gli accertamenti del caso. Per motivi in fase di accertamento, uno dei trattenuti ha distolto l’attenzione degli agenti ed ha esploso a bruciapelo più colpi verso di loro. Entrambi i fermati hanno tentato di fuggire dal Palazzo della Questura, sono stati inseguiti, altri colpi di arma da fuoco sono stati esplosi all'esterno dell'edificio, alla fine i due malviventi sono stati fermati. 

https://www.adnkronos.com/