Festa di fine anno al liceo Mamiani, il cortile diventa una discoteca

di Marco Pasqua

Non solo i tradizionali gavettoni per festeggiare la chiusura dell'anno scolastico. Immancabili, infatti, anche le feste in notturna, organizzate, il più delle volte, all'interno delle discoteche (con la polizia amministrativa che, in questi giorni, deve fare particolare attenzione a quelle più a rischio, con un alto numero di minorenni). Al Mamiani, invece, gli alunni hanno potuto sfruttare il cortile interno per il party ufficiale di fine anno. Appuntamento alle 17.30 dell'altroieri: «Giovedì ci sarà l'unica vera festa della scuola per festeggiare tutti insieme ebbri e felici quest'anno scolastico che se ne va e l'estate che arriva», scrivevano sui social i ragazzi. Ingresso ad offerta libera: quindi, nessun pagamento obbligatorio, ma solo consigliato, viste le spese sostenute per gli alcolici.

In mattinata, infatti, alcuni studenti avevano provveduto a comprare litri di birra, da riversare nel cortile della scuola, sotto la vigilanza di alcuni docenti. Vigilanza anche virtuale, visti gli annunci del Collettivo dell'istituto che, due giorni fa, sulla sua pagina Instagram, presentando la festa scriveva: «Che la sbronza sia con voi». Messaggio che non è passato inosservato, tanto che la stessa preside del Mamiani aveva commentato sarcastica: «Birra? Che la sbronza sia con voi?», il tutto accompagnato dagli hashtag "Spiritosi al Mamiami" e "Voto in Condotta" conta. Insomma, un chiaro avvertimento ai ragazzi che si sono riversati, dal pomeriggio, per ballare sulle note della musica techno selezionata da un dj. E non c'erano solo i ragazzi e le ragazze del Mamiani, ma anche diversi esterni. Finale di festa sulle note di Notte prima degli esami, un evergreen che unisce sempre, con o senza sbronza.
Sempre giovedì sera, inoltre, un'altra festa, ma questa abusiva, nel cortile della Sapienza. Poche decine di persone hanno ballato fino a tarda notte