Michel Platini contro la Var: «E' una bella ca...».

Michel Platini derubrica a «umana e normale» la reazione avuta da Cristiano Ronaldo dopo la sostituzione durante Juventus-Milan. Il portoghese non ha aspettato, tra le altre cose, la squadra negli spogliatoi e ha lasciato lo Stadium in anticipo rispetto al fischio finale. «Non è un messaggio sbagliato o negativo per i bambini che lo hanno visto - spiega Platini durante la presentazione del libro »il re a nudo« -, ognuno ha la propria suscettibilità. È normale e umano poter non accettare la sostituzione, lui pensava di poter risolvere la partita. Pensate che nella mia Juventus poteva uscire Boniek per fare entrare, ad esempio, Prandelli, quindi un difensore per un attaccante, e se ne parlava per giorni interi».

Platini boccia la Var («non mi piace, la decisione dell'arbitro deve essere come quella di un attaccante»), applaude al calcio moderno («mi piace, è spettacolare, le grandi squadre hanno tutti i migliori giocatori e sono molto forti»), considera la Juventus «una macchina molto forte» anche in chiave Champions League («ma per vincere le coppe serve anche un pò di fortuna») e fa un punto su quali talenti lo hanno impressionato di più in questi anni: «Arriviamo da una generazione marchiata da Ronaldo e Messi. Poi mi piacciono Neymar, Mbappè e Hazard». www.raiplay.it