La dolce orango albina torna libera: vivrà nella giungla del Borneo

Alba, la dolce orango albina salvata dai maltrattamenti lo scorso aprile, torna libera. Vivrà in una zona delimitata e protetta da almeno cinque ettari di bosco, nella giungla del Borneo. Una scelta dovuta per garantire la sopravvivenza della piccola orango, già debilitata a causa della sua candida pigmentazione. Secondo la BOSF, Fondazione per la sopravvivenza dell' Orango nel Borneo "Alba deve essere tutelata, perché l'albinismo potrà causarle problemi alla vista, all'udito e un possibile cancro alla pelle". Si tratta dell'unico esemplare albino conosciuto nel mondo e appartiene a una specie in via di estinzione. Il primate vivrà con altri tre esemplari delle sua specie con cui ha già legato.